Android Q: tutto quello che abbiamo visto finora

Android Q: tutto quello che abbiamo visto finora

In attesa di Android Q, il cui lancio è previsto  per il terzo quadrimestre di quest’anno, abbiamo dato un’occhiata molto approfondita sotto il cofano per essere pronti agli aggiornamenti e alla manutenzione delle app dei nostri clienti. Tra bubble notification e nuovi privacy settings, non manca qualche perplessità.

 

Android Q è la nuova release di Android che dovrà innestarsi in un mercato che, come visto al MWC, è in forte mutamento. Per questo porta con sé molte novità sia per gli utenti finali sia per sviluppatori, e non è un caso che la sua data di rilascio finale sia per il terzo quadrimestre dell’anno. Big G vuole fare le cose per bene, e rendere il prodotto rock solid.

Le prime tre beta rilasciate ci hanno permesso di testare il funzionamento delle attuali app, verificare la compatibilità e verificare in generale come funziona il nuovo ambiente Android, passaggio fondamentale per trovarsi pronti ad eventuali update delle proprie app. La beta 4 porterà con sé le nuove API ufficiali corredate da SDK per testare le nuove feature e migliorare la compatibilità delle app, dove necessario.

 

Cosa abbiamo visto finora

 

Nuove restrizioni sulla privacy:

  • per l’accesso alle cartelle esterne dei media condivisi adesso ci sono permessi specifici da richiamare in caso si debba accedere a media creati da altre app
  • abilitazione richiesta per localizzazione della posizione in background
  • start app solo se occorrono specifiche azioni
  • i contatti non vengono più ordinati per ordine di utilizzo
  • il mac address sarà random non più fisso

 

Miglioramenti all’accesso biometrico

Introdotto in Android 9 aggiungendo il check per il supporto biometrico, adesso offre conferma utente opzionale e miglioramenti sulla fallback in caso di impossibilità ad accedere.

 

Sicurezza:

Supporto a TLS 1.3, protocollo di comunicazione sicura tra due punti che nella sua ultima versione porta ad un incremento di prestazioni del 40% nello stabilire una connessione sicura, rispetto alla versione 1.2.

 

Eseguire codice DEX embedded

Possiamo adesso eseguire il codice eseguibile per la Dalvik machine di Android a runtime, il codice DEX embedded. Da verificare, per gli sviluppatori, un possibile decremento delle prestazioni in quanto il motore della ART machine esegue il codice in modo diverso rispetto al motore di Dalvik e questo potrebbe causare rallentamenti causa traduzione del codice.

 

Miglioramento dello stack Wi-Fi

Il network peer-to-peer del Wi-Fi è stato migliorato per facilitare collegamenti non a scopo di networking esterno, utile per configurazioni interne e/o IoT (vi avevamo detto che con la internet of things adesso si fa sul serio). Rivisto lo stack anche per motivi di privacy, rivedendo i livelli intermedi di passaggio di dati.

 

Fotocamera

Miglioramenti al supporto alla camera monocromatica introdotta in Android 9, agendo direttamente in memoria utilizzando le API native. Inoltre, è stato introdotto il salvataggio della profondità di una immagine in schema separato in formato DDF (Dynamic Depth Format), dando la possibilità di utilizzare questi dati per creare immagini 3D o effetti particolari sfruttando la profondità di campo.

 

ANGLE

Disponibile un driver per OpenGL ES generico scritto sopra Vulkan, indipendente dal vendor del comparto video ed indipendente dalla piattaforma, sfrutta le API di Vulkan ad alte prestazioni per il 3D e la stabilità della piattaforma non sempre garantita dai vendor a lungo termine.

 

Cose che amiamo noi dev

Supporto a JVMTI PopFrame caps: quando si è in modalità debug permette di re-eseguire una funzione dopo che è stato messo in pausa con breakpoint, permettendo la modifica di variabili e di far ripartire la funzione.

Inoltre, è stato introdotto il check sulle WebView quando diventano unresponsive, permettendo di poter informare l’utente sul da farsi, quando la WebView non risponde.

 

Novità per gli utenti

Lato interfaccia utente chiaramente la modifica più importanti per gli utilizzatori finali sono le Bubble Notification, ovvero le notifiche a bolle già introdotte da Facebook Messenger anni fa e reintrodotte da Google in forma nativa per tutti.

Importante anche l’introduzione delle Settings Panels che permette ,senza chiudere la propria app, di accedere alle impostazioni principali modificando i valori e tornando all’app. Questo previene di uscire dall’app per le modifiche a connessione internet, modalità wifi, modalità NFC e modalità volume.

Qualcosa ci è sfuggita? Qualcosa non vi convince? Lasciate un commento, noi continuiamo a studiare 🙂

 

No Comments

Post A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

In linea con la legislazione UE, MakeMeApp garantisce che ogni utente del sito web comprenda cosa sono i cookies e per quale motivo vengono utilizzati, in modo che gli utenti stessi possano decidere consapevolmente se accettarne l'utilizzo o no. Un cookie è un piccolo file di testo contenente un numero di identificazione univoco che viene trasferito dal sito web sul disco rigido del vostro dispositivo attraverso un codice anonimo in grado di identificare il computer ma non l'utente e di monitorare passivamente le vostre attività sul sito.

I cookies possono essere classificati in quattro categorie, in base alle loro funzionalità: Cookies strettamente necessari: questi cookies sono essenziali al fine di permettere la navigazione del sito web e l'utilizzo delle sue funzionalità, come ad esempio l'accesso ad alcune aree protette. Senza questi cookies, alcune funzionalità richieste come ad esempio il login al sito o la creazione di un carrello per lo shopping online non potrebbero essere fornite. Cookies sulle prestazioni: questi cookies raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano il sito web, ad esempio quali pagine vengono visitate più spesso , e se gli utenti ricevono messaggi di errore da queste pagine. Questi cookies non raccolgono informazioni che identificano un visitatore specifico. Tutte le informazioni raccolte da questi cookies sono aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzate unicamente per migliorare il funzionamento del sito web. Cookie funzionali: questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte che avete effettuato (come il vostro username, la vostra lingua o l'area geografica in cui vivete) al fine di ottimizzare e fornire funzionalità più avanzate. Questi cookies possono inoltre essere utilizzati per fornire funzionalità da voi richieste come ad esempio la visualizzazione di un video o la possibilità di commentare un blog. Queste informazioni raccolte dai cookies possono essere anonime e non devono tracciare la navigazione e le attività dell'utente su altri siti web. Targeting cookies: sono utilizzati per permetterti di usare le funzioni "condividi" e "mi piace" e inviare informazioni ad altri siti web per la personalizzazione delle rispettive inserzioni pubblicitarie. Alcune funzionalità dei nostri portali potrebbero essere ridotte o non disponibili disabilitando i cookies.

Cookies attivi sui nostri portali L'elenco seguente illustra i principali cookie attualmente utilizzati su questo sito di nostra proprietà: Cookie di sessione Il cookie DI SESSIONE è un cookie che consente ai siti Web di memorizzare dati sullo stato della serializzazione. Nel sito Web viene utilizzato per stabilire una sessione utente e per comunicare i dati sullo stato attraverso un cookie temporaneo, comunemente denominato cookie di sessione. Poiché il cookie di sessione non ha una scadenza temporale, scompare quando si chiude il client.

Questo sito web utilizza i cookies di:

Facebook qualora presti il relativo consenso, potrà trattare i suoi dati personali per consentirle un'esperienza di navigazione arricchita da funzionalità e servizi di social network https://www.facebook.com/help/cookies/update

Google Analytics un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google"). Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web da parte vostra (compreso il vostro indirizzo IP) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google che utilizzerà queste informazioni allo scopo di: tracciare ed esaminare il vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività svolte sul sito web e fornire altri servizi relativi alle attività e all'utilizzo di Internet.

Pinterest qualora presti il relativo consenso, potrà trattare i suoi dati personali per consentirle un'esperienza di navigazione arricchita da funzionalità e servizi di social network https://help.pinterest.com/en/articles/personalization-and-data-other-websites

Twitter qualora presti il relativo consenso, potrà trattare i suoi dati personali per consentirle un'esperienza di navigazione arricchita da funzionalità e servizi di social network https://support.twitter.com/articles/20170519-uso-dei-cookie-e-di-altre-tecnologie-simili-da-parte-di-twitter

Per i trattamenti di dati personali che, previo suo consenso, società terze non note a HGO potrebbero porre in essere attraverso i cookie, collegandosi a questo link ed avvalendosi del relativo servizio potrà personalizzare le sue scelte: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte Le ricordiamo che qualora lei abbia effettuato le sue scelte navigando sulle pagine di questo sito da utente non registrato le sue opzioni privacy saranno valide solo quando tornerà a visitare le stesse pagine utilizzando il medesimo browser e sempre da utente non registrato.
 Qualora, invece, utilizzasse un diverso dispositivo o semplicemente un differente browser non saremo in condizioni di riconoscere le sue opzioni e le riproporremo, pertanto, l’informativa, chiedendole di effettuare nuovamente le sue scelte.

Qualora, infine, fosse un utente già registrato ai nostri servizi o si registrasse successivamente ed in sede di registrazione effettuasse o avesse effettuato delle scelte diverse in relazione alla profilazione, tali opzioni saranno valide solo quando navigherà sulle pagine dei nostri siti dopo essersi autenticato.

Supporto nella configurazione del proprio browser Per limitare, bloccare o eliminare i cookie basta intervenire sulle impostazioni del proprio web browser. La procedura varia leggermente rispetto al tipo di browser utilizzato. Per ulteriori informazioni e supporto è possibile anche visitare la pagina di aiuto specifica del web browser che si sta utilizzando:

Firefox http://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie?redirectlocale=en-US&redirectslug=Cookies

Google Chrome https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Internet Explorer https://support.microsoft.com/it-it/kb/196955

Opera http://www.opera.com/browser/tutorials/security/privacy/

Safari http://support.apple.com/kb/PH5042

Safari iOS (iPhone, iPad, iPod touch) http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

Se il browser utilizzato non è tra quelli proposti, selezionare la funzione "Aiuto" sul proprio browser web per informazioni su come procedere.

Chiudi